home | RSS | a 2.0 inspiration by Umberto Di Lorenzo
lunedì 1 settembre 2008

Non è successo niente

- permalink -
Niente. Né più né meno di una carrettata di tifosi napoletani che si impadroniscono di un treno. Di una manciata di altri viaggiatori costretti a scendere o "invitati" da Trenitalia a trovare soluzioni alternative. Di un governo che mette l'esercito nelle strade e di un esercito che non va a colpire in faccia gli ultrà con il calcio dei fucili (chiamatemi fascista, se vi fa sentire meglio). Di un po' di casini allo stadio e alla stazione Termini. E delle solite frasi fatte di cui ci si dimenticherà in un paio di giorni.
Insomma, niente di nuovo, tutto regolare. Bentornato campionato.

L'articolo è stato scritto per Liberipensieri.net

3 scleri di ignari passanti:

Cyrano66 ha detto...
1 settembre 2008 12:49

forse sbaglio...ma...credo che trenitalia non abbia scelto da sola di far scendere i passeggeri...

wawa ha detto...
1 settembre 2008 13:46

completamente d'accordo (ormai come non esserlo??)
riguardo ai militati a zonzo per le strade ho scritto anche io qualcosa --> http://www.indipendenti.net/index.php?option=com_content&task=view&id=190&Itemid=1


enojoy.

kontrasto ha detto...
2 settembre 2008 10:08

Cyrano66, hai ragione, Trenitalia era commissariata, gli è stato ordinato. Il punto non è che Trenitalia abbia fatto bene o meno, non aveva molta scelta. Il problema sta a monte, nel fatto che a Settembre 2008 sia ancora possibile che certa gente dirotti i treni e monopolizzi gli stadi. Io voglio poter andare allo stadio con mia sorella, quella piccina, senza rischiare di venir sprangato per questo. E' vero, direte voi, che tanta gente va allo stadio e non viene sprangata, ma non si dovrebbe neppure correre il rischio. Quando sarà reale una cosa del genere, saremo sulla buona strada.

Laura, bello il tuo articolo, ma non tocchiamo l'argomento in sé va', che è meglio...

Posta un commento