home | RSS | a 2.0 inspiration by Umberto Di Lorenzo
giovedì 14 febbraio 2008

In-tram-ezzo

- permalink -
Non penso ci volesse Sasaki per sapere che chi ha l'auto più figa si senta più figo.

Io ho un amico così, ha la macchina figa e fa il figo. Cioè il coglione. Io un giorno gli ho detto che se avesse continuato a fare il coglione si poteva togliere dalla testa che sarei salito di nuovo in macchina con lui. Per qualcuno è un po' da checca isterica, però lui ha smesso. Almeno ha smesso quando ci sono io.

Quando non ci sono probabilmente continua, io lo so, voi lo sapete, tutti sanno che quelli con la macchina figa non smettono finché non ci scappa il morto.

Almeno spero che poi non continuino. Che glielo impediscano. Perché pensare che l'abbiano capita lo trovo un po' troppo ottimistico.

edit: che poi il SUV a Milano non serva ad una beneamata cippa, come fa notare GNeri, è verissimo ma è un altro paio di maniche. Piuttosto mi sembra valido il discorso che in un caso come questo si generalizzi eccome. Ed è normale farlo. Se poi sia giusto non lo so, ma certo non è giusto nemmeno che una donna sia crepata perché sedeva sul tram.

2 scleri di ignari passanti:

Elena ha detto...
14 febbraio 2008 20:59

E' uno schifo. Ha detto che stava evitando dei pedoni, io non ci credo!

alllienaaa ha detto...
16 febbraio 2008 18:46

Ma magari una volta tanto era proprio così...

Posta un commento